Confindustria intervista Management Capital Partner: al fianco delle aziende che hanno voglia di crescere

Mag
28

Confindustria intervista Management Capital Partner: al fianco delle aziende che hanno voglia di crescere

Articolo a cura di MGA Comunicazione


Un network che abbraccia il mondo della finanza a 360 gradi. Fondata nel 2016 da un team di professionisti con esperienza ultraventennale nel management e nella direzione aziendale in gruppi quotati e non, la società di consulenza direzionale Management Capital Partner, nasce con l’obiettivo di supportare e sostenere le aziende che puntano a rinnovarsi e crescere e che non dispongono di risorse manageriali interne.

L’Amministratore Delegato, Lucio Gioacchino Insinga ci dice: «Qualche dato macro economico può aiutare a comprendere perché la nostra attività è molto apprezzata dai clienti. Il 77% delle aziende italiane dichiara meno di 15 dipendenti, molte sono sottocapitalizzate e stentano a ottenere linee di credito. Alcuni comparti che hanno rappresentato in passato il motore del Paese (come l’immobiliare) non si sono ancora ripresi della crisi degli anni scorsi. La scarsa conoscenza di alcune tematiche induce gli imprenditori ad indirizzare le proprie scelte verso percorsi già frequentati, ma ciò non consente loro di sfruttare appieno le potenzialità che, ad esempio, oggi il mercato del capitale non bancario offre».

«La nostra missione è chiara – prosegue Lucio Gioacchino Insinga fondatore e Amministratore Delegato di M.C.P – affianchiamo le imprese che vogliono crescere soprattutto attraverso operazioni straordinarie. In tale contesto la crescita per linee esterne (acquisizioni di competitor minori), il potenziamento finanziario, tramite l’ingresso di nuovi soci o di venture capitalist, l’accompagnamento in processi di internazionalizzazione è fondamentale per rivitalizzare le aziende. Abbiamo stretto partnership fondamentali per Stati come la Bielorussia, l’Albania e la Repubblica Ceca, e presto se ne aggiungeranno altre. Infine fra le operazioni straordinarie richiamo l’attenzione sul “ricambio generazionale”, altro passaggio che mette a dura prova il management, soprattutto nelle società gestite da famiglie in cui non c’è un clima sereno ed una condivisione degli obiettivi. Anche in questo caso il nostro supporto può essere fondamentale».

M.C.P., al fine di cogliere tutte le opportunità che il mercato dei capitali offre, è presente on line con tre portali, di recente pubblicazione. Il primo è www.leonardoequity.com per il quale M.C.P. è iscritta nel Registro tenuto dalla Consob e al Fondo Nazionale di Garanzia. È dedicato esclusivamente alle operazioni di aumento di capitale ed è l’unico in Italia nel quale i progetti presentati sono preventivamente esaminati da un comitato scientifico composto da cinque componenti fra docenti universitari e professionisti, indipendenti. Attraverso questo portale le aziende aprono il loro capitale a nuovi investitori (persone fisiche e giuridiche), pertanto chi aderisce ai progetti diventerà un socio della società proponente.

Il secondo portale www.leonardocorporate.com è dedicato alle imprese che vogliono finanziarsi attraverso la rete con strumenti alternativi al credito bancario. Operazioni diverse quindi in cui le aziende sono supportate dal network interprofessionale della nostra società per tutta la durata del progetto. Chi aderisce ai progetti di questo portale assume lo status di finanziatore. Infine, vista la sensibilità all’etica della finanza, è stato creato www.leonardolending.eu per supportare progetti proposti da giovani imprenditori e dal settore no profit. Chi aderisce è un donatore.

«A quanto ci risulta – spiega Insinga – in Italia non ci sono altre società di advisoring che hanno effettuato pari investimenti in rete. Un altro elemento che ci differenzia dai concorrenti è l’aver adottato un Codice Etico molto rigoroso dal quale emerge la precisa volontà di tutelare gli interessi dei clienti e di evitare qualsiasi conflitto di interessi. La nostra autonomia ed indipendenza è la migliore garanzia per i nostri clienti.